Mantova, la città ideale del cancro

Grazie alla nostra personalità e al nostro modo di essere, abbiamo tutti una città nel mondo in cui dovremmo vivere, per essere totalmente felici.

È una città su misura per le nostre esigenze e richieste. Una città dove puoi perderti e ovunque tu vada, ti sorprenderà sempre e ti renderà felice.

 

Ad esempio, quali città sono quelle che meglio si adattano al nostro modo di essere se siamo del segno del Cancro?

Il segno zodiacale del cancro che, come scrive oroscopissimi, è molto profondo e sensibile, ha bisogno di essere in contatto con l’oceano e in generale con l’acqua, ma, allo stesso tempo, desidera soddisfare le sue inclinazioni culturali.

I nati sotto il segno del Cancro, infatti, sono appassionati di storia e non si accontentano di conoscere i costumi di un paese: vogliono studiarne le origini e i suoi usi nella vita di tutti i giorni, immergendosi completamente in esso.

Le città del mondo adatte al Cancro sono le città costiere come Mantova, Parigi e Venezia. I Cancro hanno bisogno sì, dell’acqua, perché sono nel loro elemento. Ma hanno anche bisogno di una città cosmopolita e raffinata, e queste tre ne sono un illustre esempio.

Mantova

Quando parliamo di città ideali per i Cancro, città come Mantova ne sono la prova. Un fiume, il Mincio, che qui si estende in tre laghi artificiali – Lago Superiore, Lago di Mezzo e Lago Inferiore – circonda una città che fu sede di una delle più ricche corti rinascimentali della penisola italiana.

 

Se i Medici erano a Firenze, gli Sforza a Milano e gli Estensi a Ferrara, ecco i Gonzaga, artefici di una ricchezza tangibile che si estende oltre di mezzo millennio, grazie ad alcune delle più preziose opere d’arte del Rinascimento italiano.

Ricchezza che ha permesso a Mantova di essere dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2008 insieme a Sabbioneta.

Le origini

Secondo la mitologia, Mantova fu fondata da Ocnos, figlio di Manto (figlia di Tiresia), che chiamò la città in onore della madre, anche se in realtà Mantova fu fondata dagli Etruschi, e successivamente romanizzata.

Il suo nome deriva dal dio etrusco Mantus, e dopo essere stata conquistata dai Cenomaniaci (tribù gallica), la città fu conquistata dai Romani, tra la prima e la seconda guerra punica. Il territorio era popolato dai soldati veterani di Octavio Augusto, e il suo cittadino più illustre era il poeta Virgilio.

“Rigoletto” è stato ambientato a Mantova

Una delle tante curiosità distintive di questa bellissima città è che nel 1850 Giuseppe Verdi, in accordo con il librettista Francesco Maria Piave, decise di realizzare l’opera “Rigoletto”, tratta dal dramma “Le Roi s’amuse Mantova” di Victor Hugo alla fine del Rinascimento e per citare solo genericamente il Duca di Mantova.

Da allora realtà e finzione si intrecciano nei luoghi scelti come ambientazione del dramma e del film “Rigoletto in Mantova”, prodotto da Andrea Anderman e trasmesso in tutto il mondo in 148 paesi.

Parigi

A Parigi, caro Cancro, sentirai una profonda affinità, come se fossi finalmente tornato a casa.

Le persone che incontri in questa romantica città ti cattureranno senza che tu te ne accorga.

Quello splendore speciale che ha, i suoi panorami sulla Torre Eiffel, le sue passeggiate lungo le rive della Senna e le sue strade affascinanti saranno in grado di far nascere in te la voglia di innamorarti ancora una volta.

Non importa se sei single o con un partner, devi vivere quell’esperienza e conoscere Parigi in ogni caso.

Hai bisogno di respirare quell’aria che si respira per le strade di Parigi, vivere l’amore parigino e goderti la sua cultura e storia.

Potresti anche innamorarti di nuovo dopo così tanto tempo, credere nell’amore più che mai e vivere. Forse trasferirsi lì non è un’opzione, ma un viaggio d’evasione in questa città potrebbe farti bene per ricaricare le tue energie.

Venezia

Non c’è posto al mondo che sia uguale a Venezia, per questo non importa che sia sempre pieno di turisti, perché è così bello che gli altri sembrano invisibili.

I canali assumono una luce meravigliosa all’imbrunire, quando sembra di guardare un dipinto che puoi toccare, sentire e vivere nella realtà.

Il Cancro si divertirà a perdersi tra i suoi vicoli e si innamorerà della sua cucina sopraffina.

Author: Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *