Viaggiare con i bambini: alcuni consigli

Bimbi in viaggio

Chiunque ami viaggiare molto deve capire che i bambini non sono affatto un ostacolo per i viaggi. Tutt’altro: con la giusta dose di attenzione possono persino rappresentare un bonus spingendo gli interessati a effettuare dei viaggi più pieni sotto molti punti di vista. I bambini, ovviamente, non sempre sono bravi e portare in viaggio un bambino di quelli molto movimentati può sembrare un’idea disastrosa.

I nostri viaggi da programmati e prevedibili si trasformano facilmente in inaspettati e pieni di sorprese. Ovviamente i più piccoli apportano una grande responsabilità che scaricano sulle nostre spalle e non sempre sappiamo gestirle. Tuttavia, se si vogliono evitare i vari problemi svolgendo un viaggio fluido, si possono prendere in considerazione alcune idee. Più bambini si vogliono portare in vacanze e più conviene stare attenti a tutto ciò che questo tipo di viaggi comporta, con annessi i problemi e le varie difficoltà. Ma quali sono queste idee? Cerchiamo di scoprirlo insieme.

 

Viaggiare con bambini: mete vicine

Oltre a quelle italiane, insieme ai più piccoli è possibile visitare una vasta gamma di centri urbani europei. Tra quelli più indicati e migliori spiccano Londra, Madrid, Helsinki, Parigi, Berlino, ma anche le città come Dublino, Reykjavik, Olso, Copenhagen e molte altre ancora.

Tra le città europee da visitare con i bambini senza spendere troppo è possibile prendere in considerazioni i più bei centri urbani dell’Est Europa (come Varsavia, Leopoli, San Pietroburgo, Kiev, Cracovia, Budapest), nonché quelli dell’Europa Centrale (come Praga, Ljubljana o Bratislava). In tutte queste città si trova tutto il necessario per il soggiorno di una famiglia con i bambini. Inoltre vi sono moltissime attrazioni storiche, artistiche e persino quelle gastronomiche!

 

1) I bagagli devono essere leggeri

Sembra evidente, ma spesso e volentieri non lo è. Tutt’altro: le persone preferiscono portarsi dietro un’intera casa con tantissimi vestiti, oggetti inutili e farmaci a caso. Bisogna capire che i viaggi con i bambini sono radicalmente diversi dai viaggi single o quelle effettuati dalle coppie. Se in un viaggio da soli è possibile portarsi dietro anche una valigia enorme senza risentirne, in un viaggio con i più piccoli bisogna essere il più possibile leggeri.

La borsa o lo zaino dovrebbero essere molto comodi. Questo vale non solo per le borse e gli zaini degli adulti, ma anche per i quelli dei bambini. Loro, difatti, devono avere un proprio spazio sicuro in cui poter mettere i vari oggetti necessari proprio al viaggio senza risentirne. Proprio come tutti gli altri, i bambini devono essere in grado di spostarsi in maniera facile e veloce. In questo modo si può davvero migliorare la vacanza con i bambini in una maniera anche abbastanza evidente. Si consiglia di prendere per gli adulti quei soliti zaini da escursione, con i quali si va in montagna. Per i più piccoli, invece, bastano degli zaini della loro misura.

 

2) Meglio affittare degli appartamenti

Gli hotel non sono ben adatti ai bambini e questo lo si era capito da moltissimi anni. Gli alberghi, difatti, spesso e volentieri accolgono altre famiglie con i più piccoli che iniziano a correre avanti e dietro per i corridoi in una maniera senz’altro molto rumorosa. Per giunta diventa difficile controllarli in uno spazio abbastanza grossolano.

Per fortuna esiste la possibilità di usufruire dei servizi BnB affittando camere o appartamenti a un prezzo abbastanza esiguo, spesso persino inferiore a quello degli hotel. Nelle periferie delle grandi città, poi, i costi si abbassano ulteriormente. I vantaggi di vivere in un appartamento piuttosto che nella stanza di un hotel sono molteplici.

Tra questi spicca la tranquillità, in quanto si vive in una casa sola e non c’è la possibilità di vedere altre famiglie con i viaggiatori. Aumenta l’ordine e quindi anche il piacere della vacanza.

 

3) Pianificare con anticipo

Affinché il viaggio porti il massimo piacere alla tua famiglia è necessario pianificare la vacanza con un largo anticipo. È difficile per i bambini stare seduti in un posto per lungo tempo, quindi è necessario pianificare delle fermate ogni due o tre ore. Durante tali soste puoi rilassarti e passeggiare con i bambini intorno. Puoi anche giocare ai giochi all’aperto con i tuoi figli per lo svago e per il relax.

Di sicuro, la pianificazione con un largo anticipo rappresenta una di quelle idee a cui senz’altro non si può rinunciare. Uno dei motivi per i capricci dei bambini è la noia durante un lungo viaggio in macchina. Se riesci a pianificare correttamente il tuo viaggio, viaggiare con i bambini può rivelarsi divertente e interessante anche per te. A tal fine, portati dietro una sorta di giocattolo “silenzioso”.

Questa può essere la bambola preferita o un libro con gli enigmi. Se il tuo viaggio dura più di 2-3 ore, prendi con te una piccola borsa e mettici dei piccoli giocattoli che darai al bambino in diverse ore durante il viaggio. Possono essere delle piccole bambole, giochi portatili oppure dei libri da colorare. La presenza di tali giocattoli ti darà l’opportunità di trascorrere con il bambino un viaggio emozionante e non sarà annoiato sulla strada.

Se i tuoi figli sono già un po’ più grandi, dovresti portare con te una mappa stradale. Il bambino sarà in grado di guardare con te mentre avanzi lungo il percorso scelto. Su una mappa del genere evidenzia il tuo percorso e lascia alcuni punti di riferimento su di esso in modo che il bambino possa facilmente determinare il percorso da seguire.

Se vedi che il bambino non è più interessato a giocare con i propri giocattoli, pensa a una specie di gioco a cui tutta la famiglia prenderà parte, bambini e adulti. Quindi puoi organizzare una competizione, anche in macchina. A tutto questo si aggiunge anche la possibilità di dare ai bambini diversi compiti speciali.

 

4) Prendi il cuscino

Il comportamento dei bambini a volte è imprevedibile, sono spesso capricciosi e, se sono molto stanchi, vorranno dormire. Quindi non dimenticare di prendere con il loro cuscino preferito e una coperta. Inoltre, è necessario portare con sé una varietà di snack e qualche bevanda. Se hai un piccolo frigorifero, devi portarlo con te. Gli snack meglio prenderli in delle confezioni, in quanto sono molto comode e pratiche. Inoltre, non dimenticarti di dolci: vanno bene anche delle barrette di frutta o di cioccolato.

 

5) Cosa portare in viaggio con i bambini?

Per non preoccuparti del lavaggio quotidiano dei vestiti, cosa che in viaggio può diventare difficoltosa, prendi dei set di vestiti: calzini, scarpe, pantaloni e magliette. Non prenderne, però, troppe per non appesantire la valigia. Inoltre, è necessario ricordarsi dei prodotti per l’igiene. Devi prendere il sapone, la crema, lo shampoo, e tutto quello che usi costantemente quando ti prendi cura del tuo bambino.

Se tuo figlio non usa già i pannolini, ma non è ancora abituato a usare il bagno, allora dovresti portare il suo vasino con lui (un’ottima idea è quella di portarsi dietro un vaso gonfiabile). Tale vaso è gonfiabile e si piega facilmente e occupa pochissimo spazio nella borsa. Durante il viaggio le salviettine umidificate sono molto utili, con le quali puoi sempre pulire il viso e asciugare le mani di un bambino. Si consiglia di prenderne alcuni pacchetti.

Author: Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *