GP Azerbaijan, Vettel non svela i suoi pensieri da bambino

A Vettel nel GP di F1 in Azerbaijan viene domandato quale macchina sognava da bambino di guidare ma la sua risposta è stata vaga ma molto allusiva. Il mondo del GP assiste a passaggi di scuderia e sui nomi che cambiano e che vincono si può scommettere collegandosi al sito https://www.bookmakersaams.eu .

Quarto posto a Baku per Vettel e nel GP di F1 ha ottenuto due podi su quattro. Quinto posto a Monaco con Aston Martin e getta anche una frecciatina alla Ferrari sua ex scuderia. Forse la separazione nel 2020 non è stata digerita dal quattro volte campione del mondo.

Vettel tifoso di Schumacher

Qualsiasi tifoso avrebbe la curiosità di sapere quale auto sognava da bambino Vettel e quando gli è stato chiesto ha scelto delle parole ad ok senza fare nomi. “da bambino amavo molto Michael Schumacher e lo guardavo mentre correva e vinceva sulla macchina rossa. Non mi sarei mai aspettato di poterla guidare un giorno…

Avrei voluto correre in Formula 1 negli anni sessanta-ottanta dove c’era parecchia meccanica e pochissima aerodinamica”. Sicuramente il termine scelto macchina rossa al posto di Ferrari fa capire tanto considerando che lui con loro ha corso sei anni. Ferita aperta il divorzio con il Cavallino.

Vettel vittorie e futuro

a Baku nei primi 4? Bah non ne ero a conoscenza e spero proprio che la tradizione continui”. Nell’intervista gli è stato detto che Raikkonen in Sauber sta chiudendo la carriera e alla domanda se finirà la sua carriera a Faenza ha dichiarato: “io corro per vincere anche se non si hanno molte chance il massimo è il mio obiettivo. Non credo che vorrei chiudere il mio percorso dove lo ho iniziato”.

Alcune parole le spende per chi si vuole affacciare a questo mondo: “come hobby è molto costoso anche se quando ho iniziato non era così ma sicuramente non economico. Bisognerebbe renderlo più accessibile”.

Author: Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *