CONFLUENZE

Ora inizio: 09:30

08/03/2017 - 11/06/2017

La mostra è un incontro, un dialogo tra antico e contemporaneo, tra passato e presente.
Una proposta innovativa quella della curatrice Benedetta Lorenzi che, attraverso un dialogo serrato tra opere scelte di Carlo Vighi, fondatore del nuovo linguaggio Ipercontesto, di Giorgio de Chirico, e le collezioni del museo, indaga sul senso del fare artistico, le persistenze e i ritorni figurativi, formali, i miti, che caratterizzano la storia dell’arte.
Le opere accostate in maniera inedita tra di loro alludono, suggeriscono, ammiccano all’osservatore, come in un raffinato gioco di scatole cinesi.
Al visitatore spetta il compito di intuire, cogliere sfumature nascoste all’interno del percorso proposto.
Si va alla ricerca di legami nuovi e antichi, significati occulti e palesi, che attraversano le sale del museo, scorrono da un’epoca all’altra senza un apparente soluzione di continuità.
Da Duchamp in poi l’arte è diventata raccontabile, sempre meno oggetto passivo di fruizione e sempre più esperienza da vivere, per l’artista ma ancora di più per il fruitore, chiamato alla decifrazione che è partecipazione alla creazione, al senso del fare artistico.
Un universo di sensi e significati vecchi e nuovi che lo spettatore è invitato ad indagare.
E’ dunque il dialogo inedito tra opere il grande protagoniste di questa rassegna, cardine intorno al quale ruota la mostra, pregno di significati e continui rimandi che collegano la ciclicità del tempo universale della storia al tempo individuale della vita di ciascuno di noi.